Indici azionari: tra volatilità e movimenti erratici [settimana 34-2021]

Futures indici azionari

Dopo una prima metà settimana di calma piatta, gli indici azionari sono stati preda di volatilità e movimenti erratici a causa del Jackson Hole Symposium che terminerà sabato 28 agosto 2021.

Da un punto di vista ciclico, gli indici del nuovo continente hanno avuto uno slancio nell’ultima ottava che detta maggior chiarezza sull’impostazione di medio periodo. Interessante il disallineamento ciclico da Europa e America.

Indici azionari vecchio continente

FTSE MIB future

Dopo un andirivieni all’insegna dell’incertezza, la settimana termina in area 26.000. Da un pò di tempo è un livello molto importante che gli analisti definiscono “psicologico”. Ad ogni modo la settimana ripartirà da qui, con il nostro ciclo di riferimento a 20 settimane di media nella sua seconda parte.

Purtroppo, la terza giornata del Jackson Hole sarà a mercati chiusi, quindi è difficile esprimere un’aspettativa di tendenza. Questo è valido per tutti gli indici azionari europei.

indici azionai FTSE MIB future
grafico FTSE MIB future su base dati giornaliera

DAX future

A livello di comportamento, è la fotocopia dell’FTSE MIB con i prezzi che ripartiranno in area 15.800. Livello di supporto molto importante.

Ciclicamente, siamo sulla seconda parte del ciclo a 20 settimane di media. Ricordiamo che essere su una gamba discendente del ciclo non implica una flessione dei prezzi (n.d.r.).

indici azionari DAX future

Eurostoxx 50 future

Tendenza di brevissimo termine laterale con i prezzi che ripartiranno da area 4193. I livelli chiave oltre i quali vedremo movimenti interessanti sono la media mobile verde rappresentativa del ciclo annuale (attualmente supporto), e il livello di massimo assoluto in area 4237.

Sul ciclo di riferimento (16 settimane di media), la struttura è sulla seconda parte di tale ciclo.

indici azionari Eurostoxx 50 future
grafico Eurostoxx 50 future su base dati giornaliera

Indici azionari nuovo continente

Lo slancio dei prezzi oltre i massimi assoluti di S&P 500 e Nasdaq 100 segnalano la ripartenza di un nuovo ciclo a intermedio sul picco di volatilità segnato il 19 agosto. Non solo, il minimo di maggio è attualmente il punto di ripartenza anche del ciclo a 16/24 mesi in termini di medio periodo.

Mini S&P 500 e Mini Nasdaq 100 future

Area 4496 per il Mini S&P è attualmente il libello di supporto del movimento di breve, il riassorbimento della volatilità lascia intendere una continuazione del movimento.

Area 15.390 per il Nasdaq 100 è il livello di supporto per il movimento di breve periodo. Stessa condizione di volatilità e stessa probabilità di continuazione del movimento.

indici azionari S&P 500
grafico Mini S&P 500 future su base dati giornaliera
indici azionari Nasdaq 100
grafico Nasdaq 100 future su base dati giornaliera

Prossime novità

Per la prossima settimana, prepareremo un’appendice per gli appassionati del mercato valutario. Presenteremo un indicatore per l’analisi numerica delle singole valute al fine di ricercare le migliori opportunità di trading sulle coppie valutarie.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *